Notizie

La Top 5 dei film inquietanti ambientati in una baita

Pubblicato 10/04/2012

La Top 5 dei film inquietanti ambientati in una baita
Ah, la campagna. Così pittoresca, così tranquilla, così...terrificante! I film horror sfruttano da anni il fattore paura della “baita nel bosco”—una sgangherata capanna di legno, lontana dalla civiltà, circondata da una tetra foresta dove ogni tipo di essere spaventoso potrebbe nascondersi. In onore del nuovo “Cabin in the Woods”, abbiamo stilato una lista dei cinque film horror più classici ambientati in una—un momento, cos’era quel rumore? Lo avete sentito anche voi? Oh, mio Dio, NO! NON APRITE LA PORTA!!!

Venerdì 13 (1980)

Ambientato in un campeggio estivo in riva a un lago con un passato sinistro, “Venerdì 13” è un classico sotto molti aspetti. Ha dato vita a una serie di sequel e a una quantità innumerevole di imitazioni. Il killer con la maschera da hockey Jason Voorhees è uno dei cattivi più iconici di sempre. E il film ha stabilito l’assioma dei film horror secondo cui gli adolescenti promiscui e/o festaioli—in questo caso, capigruppo allupati del campeggio—riceveranno inevitabilmente una raccapricciante punizione. Consideratelo il servizio di pubblica informazione più cruento in assoluto.

La casa 2 (1987)

È raro che un sequel sia considerato un miglioramento del primo film—ma qui, il regista Sam Raimi ha modificato la sua formula originale al terrore supernaturale con un tocco di farsa grossolana e ha ottenuto un’avventura ironica da brivido unica nel suo genere. E il tutto funziona grazie alla perfettamente esagerata interpretazione di Bruce Campbell nel ruolo di Ash. Alcuni spettatori potrebbero considerare “La casa 2” più commedia che horror, ma in ogni caso capirete perché è diventato un film di culto.

The Blair Witch Project – Il mistero della strega di Blair (1999)

Questo successo indipendente a sorpresa, realizzato con un budget ridotto, ha introdotto il pubblico al genere horror delle “riprese trovate” anni prima dell’avvento dei cellulari dotati di videocamera. Man mano che la storia si evolve, è tutto bosco e niente baita—ma l’azione inquietante raggiunge l’apice in una remota capanna di legno. Non dimenticheremo mai quella scena indelebilmente spaventosa...anche se non siamo ancora sicuri di cosa sia successo veramente.

Cabin Fever (2002)

Questa sagra del terrore di Eli Roth segue una premessa da film horror familiare—un gruppo di studenti universitari fa un viaggio in un luogo remoto per un divertente weekend, solo per essere fatti fuori uno alla volta—ma questa volta, il killer è un virus mangia-carne che lacera la pelle umana. Lasciate perdere gli snack quando fate lo streaming di questo!

Cabin in the Woods (2012)

Lo slogan di questo film di Joss Whedon/Drew Goddard è “Credete di conoscere la storia”—ed è perfettamente appropriato, per motivi che non sveleremo! Basta dire che questo tanto atteso film sovverte tutte le regole stabilite dai film dell’orrore da “Venerdì 13” in poi...il che lo rende un classico istantaneo del genere horror.